Il borgo medievale di Vinci, adagiato alle pendici del Montalbano, terra di uliveti e vigneti, deve la sua fama a Leonardo.

Leonardo qui nacque il 15 aprile del 1452. Il paese e i piccoli borghi circostanti ricordano e celebrano il poliedrico artista toscano con eventi e manifestazioni che si svolgono a più riprese nel corso di tutto l’anno.

DA VINCI CONSIGLIA: I DIECI FIORI ALL’OCCHIELLO DI VINCI

1. Celebrazioni leonardiane

Durante l’intero mese di aprile, il borgo diventa teatro di una ricca serie di eventi culturali, mostre, visite guidate, conferenze e spettacoli che ricordano l’eclettica figura di Leonardo.

2. Museo Leonardiano

In pieno centro storico, ospitato all’interno del plesso del castello dei Conti Guidi e nella Palazzina Uzielli, raccoglie le ricostruzioni delle più celebri macchine leonardiane: qui si svolgono mostre, workshop per bambini e laboratori.

3. Museo ideale Leonardo Da Vinci

Si tratta – a tutti gli effetti – di un museo-cantiere, volto a diffondere la più autentica e genuina sintesi del pensiero e della genialità di Leonardo.

4. Il Volo di Cecco Santi

Il volo ripercorre la vicenda del Capitano d’armata Cecco Santi, condannato ad esser gettato giù dalla torre del castello dei Conti Guidi per aver tradito la sua città per amore di una nobildonna. Cecco Santi riuscì a salvarsi bevendo un bicchiere del vino di Vinci che – per le sue proprietà prodigiose – gli permise di librarsi in volo fino alla collina di fronte al castello, dove giunse incolume riuscendo ad avere salva la vita.

5. Fiera di luglio e Festa dell’Unicorno

Grande manifestazione fantasy che anima Vinci nel mese di luglio, tra duelli, sfide di arti magiche e parata di creature fantastiche per le vie cittadine.

6. Percorsi di enogastronomia vinciana

Tra le esperienze imperdibili del vostro soggiorno, un percorso tra osterie, agriturismi e manifestazioni di street e slow food per gustare le eccellenze offerte dal territorio: dal Chianti all’olio di oliva, dai pregiati salumi alle tradizionali zuppe e stufati, ideali questi ultimi anche per chi predilige un’alimentazione vegetariana o vegana.

7. Vinci in bicicletta

Con il noleggio di biciclette in loco, nelle belle giornate primaverili come in quelle autunnali – quando la campagna si veste di rosso e di viola -, da non perdere un piacevole giro su due ruote delle campagne intorno a Vinci: seguendo percorsi guidati, è possibile raggiungere la cima del Montalbano, da cui la vista spazia verso la Valle dell’Arno, Firenze, Prato e Pistoia, fino alle pendici dell’Appennino.

8.Casa natale di Leonardo da Vinci

A pochi passi dal borgo di Vinci, si trova la casa dove nacque Leonardo: restaurata di recente, è possibile visitarla con lo stesso biglietto del Museo Leonardiano.

9 .Castello dei Conti Guidi e Chiesa di Santa Croce

Il castello è conosciuto anche come “castello della nave”, per la sua forma allungata e per la torre, che ricordano una barca a vela: al suo interno custodisce opere di pregio, stemmi e affreschi e una preziosa ceramica robbiana raffigurante una Madonna col Bambino; nella vicina Chiesa di Santa Croce si trova il fonte battesimale nel quale – secondo quanto tramandato dalla leggenda – fu battezzato Leonardo.

10. Biblioteca leonardiana

All’interno del castello dei Conti Guidi, la Biblioteca leonardiana ospita una sala dedicata gli studi di ottica di Leonardo sulla rifrazione e propagazione della luce, oltre ad una parte della raccolta di testi manoscritti che furono di proprietà dell’artista rinascimentale.

A seguito della campagna #iorestoacasa, vi comunichiamo che l'hotel riaprirà il 20 di Aprile.
Potete prenotare fin da adesso!
Prenota subito